Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Ortigara – Il Calvario degli Alpini

Ottobre 13 @ 6:00

La sezione organizza per domenica 13 ottobre l’escursione con la guida Gianni Frigo sull’Ortigara: il calvario degli Alpini.(2105 m) – Creste di confine, Altopiano dei Sette Comuni.

Descrizione dell’uscita: raggiunto Piazzale Lozze (ore 9:00 circa) percorrendo la strada militare di Campomulo, prenderemo la mulattiera per Cima Campanella e, costeggiate le gallerie dei depositi e dei magazzini della 52^ divisione qui ubicati, saliremo all’Osservatorio Torino, visitandone le posizioni incavernate. Da qui in breve ci si porterà a Cima Caldiera, 2124 m, conquistata dagli alpini del Bassano e del Val Cenischia nel luglio del 1916, in un epico pomeriggio di tempesta, tra grandine e tuoni.

Dalla sommità scenderemo al Pozzo della Scala, punto di ammassamento delle truppe destinate all’assalto del 10 giugno ’17 e, seguendo il camminamento d’approccio utilizzato dagli alpini della colonna Di Giorgio, raggiungeremo il Varco Nord da dove, abbandonata la relativa sicurezza della trincea del Campanaro, scenderemo a rotta di collo il pendio del Vallon dell’Agnellizza sotto il fuoco incrociato del nemico , fino a raggiungere il fondovalle e, sfilando sotto il versante est dell’Ortigara, seguiremo il tenente Santino Calvi all’attacco della quota 2003, colpiti dal fuoco austriaco di fronte, di lato ed alle spalle.

Varcheremo i reticolati della linea austro-ungarica e conquisteremo le posizioni di mitragliatrici incavernate della quota 2003, defilandoci finalmente dall’infernale fuoco a schrapnell del Corno di Campo Bianco che prende il Vallon dell’Agnellizza d’infilata. (Ore 13:00 circa)

Qui riprenderemo fiato e ci rifocilleremo per poi salire lungo le trincee austriache alla caverna Biancardi, dal nome del comandante della brigata Piemonte che qui pose il suo comando, e uscendo da una delle feritoie saliremo per un tratto corto ma molto ripido al cippo Austriaco di quota 2101, aiutandoci nella progressione con un opportuno corrimano metallico.

Dopo una breve sosta a ricordare le giovani vite qui spente per sempre, attaccheremo la quota principale dell’Ortigara, seguendo le tracce degli alpini del tenente Ferrero il 19 giugno 1917, fino a raggiungere la colonna mozza sulla quale è stata incisa una semplice frase che niente ha di retorico: “per non dimenticare”.

Da qui, conquistata l’inutile cima, uno stillicidio di feriti continuamente scendeva per il Coston Ponari fino a raggiungere di nuovo il fondovalle dell’Agnellizza nei pressi dei ruderi del vecchio baito, dove in altri tempi i pastori si rifugiavano per sottrarsi alle inclemenze pomeridiane dei temporali, così frequenti in questo angolo di mondo.

Seguiremo le loro tracce lungo il sentiero tricolore che, attraversato il Vallone, ci ricondurrà alle trincee italiane nei pressi dell’osservatorio del brigadiere Cornaro, situato nelle gallerie di Cima Lozze, ad un passo dal rifugio dedicato alla medaglia d’oro di Marostica: tenente Gianni Cecchin del battaglione Sette Comuni, già due volte decorato con la medaglia d’argento, colpito durante l’assalto dell’Ortigara alla testa dei suoi uomini e deceduto qualche giorno dopo all’ospedale militare di Enego, a ventitre anni.

Da qui, per una ripida strada scavata nell’inverno 1916/17 per portare in postazione le artiglierie che avrebbero dovuto garantirci la vittoria e che invece si dimostrarono assolutamente inadeguate, in breve ritorniamo al piazzale Lozze ed alla strada che ci garantirà il ritorno.

Difficoltà: EE

Attrezzatura: consigliati bastoncini, cappello contro il sole, crema solare ad alto fattore di protezione e tanta acqua da bere.
Indispensabile avere calzature robuste (scarponi o pedule) e vestiario comodo adatto a camminare in montagna con ogni tempo.

Pranzo al sacco.

Dislivello: 600 m

Quota massima: 2124 m, Cima della Caldiera.

Tempi: 6 ore

Tipo di escursione: ad anello

Trasporto: corriera 16 posti o auto propria

Costo: 25 € se corriera; 5 € se auto propria

Partenza: ore 6 dalla stazione di Longarone

Cartografia: Sezioni Vicentine del CAI / Altopiano di Asiago Foglio n° 2 Nord

Per informazioni e iscrizioni entro mercoledì 9 ottobre ore 22:
Fabio 339 5324616
Dino 333 1445952

Per i non soci CAI è prevista una quota aggiuntiva per l’assicurazione obbligatoria di 7 €.

Dettagli

Data:
Ottobre 13
Ora:
6:00
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , ,

Luogo

Stazione di Longarone
Longarone, Italia

Organizzatore

C.A.I. Sezione di Longarone