Programma scialpinismo 2019

La sezione organizza una serie di uscite di scialpinismo suddivise in due programmi, in base alla giorno della settimana e alla difficoltà.

Programma A: organizzato dal corpo istruttori della Scuola di Scialpinismo; uscite pianificate il sabato, elenco in calce.
Prima uscita : sabato 23 febbraio a Rocchetta di Prendera, partenza da Campo di Sotto zona Cortina.
Dislivello 900 mt, difficoltà MS.
Partenza ore 7 dalla stazione di Longarone.
Per informazioni, SMS o telefonare entro giovedì ore 20.00 a Silvano : 335-7282938

Programma B: organizzato dalla sezione, con dislivelli inferiori ma comunque tecniche, pianificate la domenica, elenco in calce.
Prima uscita: domenica 24 febbraio ai Cadini di Misurina
Per informazioni, SMS o telefonare entro venerdì ore 20.00 a Giacomo: 347-1580106

I programmi sono di massima; potranno subire variazioni in funzione delle condizioni meteo e delle condizioni del territorio (evento di ottobre); di volta in volta verrà confermata meta e orario.
Obbligatorio kit autosoccorso in valanga.
Si raccomanda la puntualità.

Programma A
Col de la varda – Val Visdende 900 mt 2/3
Cima di Valgrande Zona Alpago 900 mt 9/3
Cima Lavinores da Potestagno (Ra Stua) 1000 mt 16/3
Punta della Croce Pomagagnon 1000 mt 23/3
Cima Lasteati Lagorai 1000 mt 30/3
Forcella dei Pecoli Forni di Sopra 1100 mt 6/4
Forcella Colfiedo Croda Rossa 1200 mt 13/4
Forcella della Sentinella dal Rifugio Lunelli 1250 mt 20/4
Tacca del Cridola Monfalconi 1500 mt 27/4

Programma B
Monte Cornor Alpago 900 mt 3/3
Ra Stua Cortina Croda rossa 800 mt 10/3
Ra Stua zona Sennes 850 mt 17/3
Zona Lagorai 900 mt 24/3
Forcella Sola Forni Sopra 1000 mt 31/3
Val Casies S. Martino 950 mt 7/4
Malga Ciapela Forc. Becher 950 mt 14/4

Un weekend lungo in località da definire; non ancora decisa la data perché funzione del manto nevoso.


La partecipazione è riservata ai soci CAI.
Gli accompagnatori possono modificare l’itinerario in ogni momento e a loro insindacabile giudizio in considerazione delle condizioni atmosferiche e/o valutazioni tecniche. I partecipanti hanno il dovere di attenersi alle direttive loro impartite dagli accompagnatori; in caso contrario saranno esclusi dall’escursione e conseguentemente considerati fuori dalla responsabilità del C.A.I. e quindi sprovvisti di copertura assicurativa.

Potrebbero interessarti anche...